UNILOCK collabora con l'Università degli Studi di Milano per RICERCA E SVILUPPO

Unilock, ha recentemente firmato un contratto con il Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Milano per lo sviluppo di un sensore ottico innovativo per la misura delle caratteristiche delle miscele lubrorefrigeranti utilizzate nelle macchine utensili ad asportazione di truciolo.

Questo dispositivo, che ha ottenuto brevetto italiano e recentemente europeo è stato oggetto di finanziamento attraverso il bando Brevetti+ di Invitalia (Ministero dello Sviluppo Economico). Pertanto ha affidato alle competenze del Prof. Marco Potenza una parte di ricerca e sviluppo, con una apposito contratto di consulenza che prevede la realizzazione di un apparato di laboratorio per la caratterizzazione e validazione dell’architettura del sensore ottico.

Per Unilock, la collaborazione con la Università degli Studi di Milano rappresenta un traguardo prestigioso. Uno degli inventori che ha concepito questo sensore è il Dott. Valerio Grassi, attualmente Innovation Manager di Unilock ma per lungo tempo ha operato come ricercatore a contratto al Dipartimento di Fisica, occupandosi di sviluppo di elettronica per esperimenti di fisica astroparticellare e agli acceleratori (come quelli operanti al Large Hadron Collider del CERN di Ginevra).

Si realizza quindi una efficace partnership tra Università e azienda che possono quindi mettere in campo le rispettive competenze per lo sviluppo tecnologico necessario per la visione della Industria 4.0.